5 consigli su come costruire un’immagine personale autentica senza assumere il ruolo di un personaggio

La consulenza d’immagine ESR consiste in un lavoro approfondito per costruire l’immagine personale che permette di tradurre chi si è veramente attraverso gli abiti ed il look in generale. Per aiutarti in questo processo abbiamo raccolto 5 suggerimenti:

Auto- consapevolezza e conoscenza di sé

Cerca di conoscerti in profondità. Cosa ti piace, quali sono i tuoi valori, cosa ha senso per te e che cosa ti motiva veramente?

Rifletti su chi sei in profondità … sembra semplice, ma generalmente quando iniziamo a descrivere o scrivere chi siamo, ci impieghiamo molto tempo, non ne siamo sicuri e produciamo poche parole o poche righe. Prova a trarre le tue conclusioni. Sapere chi sei, è il primo passo verso la costruzione di un’immagine reale, autentica che ti traduca davvero.

Nella nostra formazione utilizziamo tecniche di coaching affinché il cliente sia in grado di vedere cosa apprezza e cosa non ha senso per sé, per aiutarlo a conoscersi meglio.

Contestualizzare

Suddividi la tua vita nei diversi ruoli che hai: a casa, al lavoro, amici, famiglia, ecc. Com’è la tua vita? La tua routine? Il tuo ambiente sociale e professionale? Quali valori sono importanti?

Qual è il tuo obiettivo di immagine?

Cosa vuoi comunicare attraverso di essa? Che cosa diventa evidente su di te, anche nei primi secondi in cui ti presenti? Quali abilità hai bisogno di rivelare e quali punti deboli vuoi minimizzare? Ricorda: la tua immagine comunica, capire ciò che vuoi comunicare è fondamentale per la costruzione dell’immagine.

Tradurre in forme, linee, colori, ecc.

Una volta chiarito esattamente chi sei e soprattutto che cosa vuoi comunicare in ogni contesto, non resta che tradurre queste idee in immagine, ovvero in forme, colori, trame, linee, ecc.

Non è un compito semplice ed è raccomandato rivolgersi ad un professionista per una traduzione corretta e coerente, che non lasci nulla al caso e che non sia il risultato di un consiglio sporadico o del gusto personale.

Coerenza, costanza e mantenimento

Essere attenti ai risultati, richiedere feedback alle persone più vicine, apportare modifiche quando necessario, essere coerenti nella propria comunicazione, coerenti tra comunicazione verbale e non verbale: tutti questi sono aspetti fondamentali per consolidare l’immagine proiettata. Quando semplicemente ignoriamo ciò che trasmettiamo agli altri attraverso la nostra apparenza, ciò che speso accade è che si finisce per proiettare un’immagine caricaturale, senza credibilità. Questo perché il nostro non verbale nel suo insieme non mente. Nell’abbigliamento non ha senso comunicare eleganza e intelligenza, ad esempio se i gesti, la postura, la camminata non seguono queste caratteristiche, se non sono autentici. Un altro grave errore fatale: quando non c’è corrispondenza tra linguaggio non verbale e linguaggio. Questa disarmonia proietta una pessima impressione.

Per questo motivo, ancora una volta:

  1. conoscenza di sé,
  2. apprezzamento dei propri punti di forza,
  3. adattamento delle proprie caratteristiche all’immagine che si desidera evidenziare,
  4. non voler diventare qualcun altro, ma cercare sempre il miglioramento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi